Crea sito

Auguri al grande Tiepolo

Oggi 5 marzo si “festeggia” il compleanno del grande pittore Gianbattista Tiepolo. Per Monteviale non è un artista qualunque, ma un artista che ha lasciato un segno indelebile: non a caso in zona Biron gli è stata dedicata una località (con via Tiepolo, appunto) e in villa Zileri è possibile ammirare un ciclo pittorico straordinario risalente al 1739, incentrato sul tema delle virtù rappresentate mediante la cadenzata proposizione di maestose figure allegoriche (se non l’avete ancora visto, consigliamo assolutamente una visita: nel sito www.villazileri.com si trovano tutte le info utili). Formatosi a Venezia nella bottega di Gregorio Lazzarini, nel 1717 risulta già iscritto alla Fraglia dei pittori veneziani. Nel 1719 sposa segretamente Maria Cecilia Guardi, sorella dei pittori Francesco e Giannantonio, dalla quale avrà 10 figli. A Udine, nel 1726, esegue gli affreschi per  la cappella del Santissimo Sacramento nel Duomo, per il Castello e per il Palazzo Patriarcale dimostrandosi inventore di straordinarie composizioni che lo porteranno a lavorare in tutta Europa: da Venezia, con Palazzo Labia e Ca’ Rezzonico, a Vicenza, dove assieme al figlio affresca Villa Valmarana ai Nani, a Milano, fino alla grande impresa della Residenza di Karl Philipp von Greiffenklau, a Würzburg con le Storie di Federico Barbarossa (1750-53). Ma Tiepolo è anche grandissimo pittore di dipinti religiosi e realizza straordinari capolavori lungo tutto l’arco della sua carriera, dai Gesuati a Sant’Alvise alla Scuola dei Carmini, sempre a Venezia. La sua fama universale lo porta, infine, a realizzare gli affreschi di

Villa Pisani a Stra (commissionatigli nel 1760) che precedono la partenza per Madrid dove Tiepolo venne chiamato da Carlo III per decorare le sale del nuovo Palazzo Reale e dove morì nel 1770. In questo video molti che oggi contemplano le sue opere gli porgono gli auguri … Monteviale compreso!