I fratelli Dalla Vecchia … che storie …

Capita un giorno di ricevere un messaggio che apre orizzonti nuovi … il signor Leonardo Morbin ci ha infatti contattato, come associazione storico-culturale, chiedendoci se per caso avessimo qualche fotografia di caduti della prima guerra mondiale, dato che lui stava cercando di risalire a informazioni e fotografie dei suoi antenati. Grande è stata probabilmente la sua sorpresa quando gli abbiamo fatto avere le informazioni che cercava, e grande la sua “ricompensa” per noi: egli infatti possedeva le foto di Vittorio Dalla Vecchia, combattente del 1899, una bellissima foto peraltro del giovane Vittorio diciassettenne. Cosi oltre a Vittorio si è passati poi a commentare le sorti dei due fratelli, Silvio e Giuseppe (questi citato tra i Cavalieri di Vittorio Veneto, è stato anche presidente della sezione locale ANCR dal 1961-1966): tre fanti, esattamente quanti i soldati presenti nell’opera dell’artista Max Paggin, e donata dall’ANCR della sezione locale alla comunità di Monteviale.

 

Opera dell’artista vicentino Max Paggin
  • Cav. di Vittorio Veneto Dalla Vecchia Giuseppe

     

  • Figli di Silverio e Ledelli Pierina, Giuseppe nato a Creazzo il 24 ottobre 1894, di professione contadino è giunto in servizio in territorio dichiarato il stato di guerra il 1 luglio 1915, soldato nel 129° Fanteria, caporale maggiore il 1 agosto 1917. Fu ferito alla gamba in combattimento sul Piave il 12 novembre 1917, insignito Cavaliere di Vittorio Veneto, è stato Presidente dell’ANCR Sezione di Monteviale dal 1961 al 1966
  • Silvio è nato a Monteviale il 23 ottobre 1896, di professione contadino è stato chiamato alle armi il 27 novembre 1915. Soldato del 27° Fanteria, passato poi al 229°, fu ricoverato il 17 gennaio del 1919 e mandato in licenza di un anno per convalescenza il 16 luglio 1919. E’ morto il 7 ottobre 1919 per tubercolosi polmonare
  • Vittorio invece è nato a Monteviale l’8 luglio 1899 – ragazzo del ’99 – di professione
    Ragazzo del ’99 Dalla Vecchia Vittorio ancora diciassettenne

    contadino, chiamato alle armi il 16 luglio del 1917. E’ stato soldato di Fanteria Brigata Bari, trasferitosi poi a Vicenza.

La foto ci è stata inviata dal pronipote Leonardo Morbin – ragazzo del ’99 come il bisnonno –

Tutti queste figure sono indicate nelle rispettive “categorie” nella pubblicazione ANCR Monteviale “La guerra è finita e confidiamo per sempre

Precedente 4 novembre, giornata di commemorazione Successivo Sergio Menti e la radice del grande Olmo!

Lascia un commento